Deliberati i contributi del Bando LETS GO! di Fondazione Cariplo

Un sistema diffuso capace di generare promozione sociale e intervenire a sostegno delle persone all’interno delle comunità: si tratta dei servizi erogati dagli Enti del Terzo Settore che operano in ambito sociale, culturale e ambientale. Servizi per persone con disabilità, asili nido, servizi per anziani, luoghi della cultura, attività artistiche, promozione culturale, servizi per minori e famiglie in situazioni di fragilità e molto altro. Tutto questo sistema di intervento oggi rischia di scomparire se i soggetti che erogano i servizi non riusciranno a sopravvivere alla crisi.

Per questo nel mese di giugno Fondazione Cariplo – insieme alla Fondazione Peppino Vismara e alle Fondazioni di Comunità – ha lanciato il Bando LETS GO!, un impegno senza precedenti e un’operazione unica nel panorama nazionale: 16 milioni di euro per 400 iniziative selezionate nel territorio della Lombardia, e nelle Province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, finalizzato a garantire la sopravvivenza di realtà del Terzo Settore che contribuiscono in modo significativo alla coesione e alla crescita del territorio.

Tramite il Bando LETS GO!, Fondazione Cariplo ha voluto perseguire due obiettivi principali:

  1. PRESERVARE I SERVIZI dando un supporto immediato agli enti del Terzo settore in sofferenza economica per sostenerne l’operatività: gli enti selezionati avranno eccezionalmente a disposizione da subito l’80% del contributo, essenziale per garantir loro liquidità e quindi sopravvivenza di attività e servizi. Per la prima volta Fondazione Cariplo fornisce liquidità agli enti per sanare i Bilanci, permettendo loro di continuare a fornire alle persone servizi importanti per la comunità.

 

  1. FOTOGRAFARE IL BISOGNO che emerge dalle richieste degli Enti
  • Servizi in ambito sociale: oltre il 60% delle richieste sostenute sono relative ai servizi alla persona. Di queste il 40% riguarda attività per l’infanzia, tra le fasce più colpite dalla chiusura delle scuole e delle attività ludiche, insieme ai servizi legati alla gestione di strutture comunitarie residenziali o aggregative per persone anziane o con disabilità, e l’inserimento lavorativo di persone più fragili. Si tratta di servizi in cui lavorano oltre 10.000 persone e operano più di 4.500 volontari.
  • Servizi in ambito Culturale: il 30% dei progetti sostenuti sono di organizzazioni impegnate in attività formative ed educative, e alla produzione di spettacoli artistici, oltre che alla gestione di sale cinematografiche, per spettacoli e polivalenti. Servizi spesso dedicati a persone che abitano in aree più decentrate e periferiche (25%) o a fasce più specifiche, come bambini o giovani. Si tratta di servizi in cui lavorano oltre 2.300 persone e operano più di 2.500 volontari.
  • Servizi in ambito Ambiente: riguardano soprattutto attività formative ed educative rivolte ai ragazzi e alla cittadinanza, ma anche iniziative di cura e di sensibilizzazione per proteggere gli habitat a rischio. Si tratta di servizi in cui operano oltre 1.600 volontari, oltre che quasi 200 lavoratori.
  • Il risvolto occupazionale: Complessivamente, nelle 400 organizzazioni sostenute grazie al Bando LETS  GO! lavorano quasi 25 mila persone, accanto a più di 18.600 volontari. Non solo, circa la metà di tali risorse (oltre 12.700 retribuiti e più di 8.600 volontari) è direttamente impegnata nei servizi richiesti. Queste attività infine risultano pesare per oltre il 42% sul bilancio economico degli enti.

Sul Bando LETS GO! hanno presentato richiesta di sostegno 1385 organizzazioni operanti in ambito sociale, culturale, ambientale; si tratta di piccole, medio e grandi organizzazioni – siano esse associazioni, cooperative sociali, fondazioni, e altre forme giuridiche facenti parte del variegato mondo del terzo settore.

 

Contributi deliberati per le Organizzazioni del nostro territorio

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare