Scegli da che parte stare. Percorsi di formazione e volontariato in un bene confiscato alla mafia

Libera Masseria è un bene confiscato nel 2014 a un clan legato alla ‘ndrangheta che si estende su un’area di circa 10.000 mq a Cisliano, nel territorio dell’Abbiatense. Oggi il bene è in parte recuperato e accoglie famiglie in emergenza abitativa. Obiettivo del progetto “Scegli da che parte stare”, sostenuto dalla Fondazione con il bando 2017/3 dedicato all’arte, alla cultura e all’ambiente, è quello di rendere la masseria un luogo di formazione all’accoglienza, alla giustizia sociale e alla legalità.

L’iniziativa è rivolta alla scuola secondaria di primo e secondo grado, gruppi universitari e associativi, oratori e gruppi scout, e prevede un percorso di sensibilizzazione sul fenomeno della criminalità organizzata in nord Italia, in una doppia azione, formativa e informativa, affinché i futuri cittadini acquisiscano la consapevolezza necessaria a riconoscere il fenomeno delle mafie con le sue specificità e a valorizzare il riutilizzo dei beni confiscati come modelli di sviluppo sociale, in una logica di cittadinanza attiva.

Il progetto prenderà avvio nella prima metà di settembre con la chiusura dei campi di formazione e lavoro preparatori, che hanno visto la partecipazione di oltre duecentocinquanta campisti e la collaborazione di numerose realtà del territorio. In particolare, sabato 9 settembre la Festa di Fine Estate sarà l’occasione per presentare il progetto alla collettività.

Ecco il programma della giornata:

Ore 9.00  Testimonianza di Agostino Burberi, allievo della Scuola di Barbiana e di Don Massimo Mapelli, a cinquant'anni dalla scomparsa di Don Lorenzo Milani, sull'attualità del suo pensiero: "Uscire da soli dai problemi è l'avarizia, uscirne insieme è la politica";

Ore 11.00  Incontro con le Istituzioni e le realtà del territorio. Saluto del Sindaco di Cisliano, Luca Durè, e del Presidente della Fondazione Ticino Olona, Salvatore Forte; intervento del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e del Presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie, On. Rosy Bindi: "Da malavita a nuova vita – Dal presidio a difesa del bene comune, all'assegnazione provvisoria, al suo utilizzo e recupero per percorsi di inclusione, sviluppo sociale, culturale, occupazionale”;

Ore 13.30  Pranzo (prenotazione obbligatoria);

Ore 17.00  Porte aperte e visite guidate al bene (su prenotazione);

Ore 20.30  Cena (su prenotazione);

Ore 21.30  Esibizione di Urban Gravity Academy in collaborazione con Ambra Orfei Circus.

A seguire, giochi, musica, canti e balli.

Durante la giornata saranno attivi il mercatino dell'usato, la bottega e gli stand delle cooperative e dei produttori agricoli del territorio, attività di animazione per grandi e piccoli, sala proiezioni e servizio ristoro.