Fondo Povertà: nel legnanese una nuova azione per contrastare i disagi causati dal Covid-19

Grazie a una generosa donazione di 10.000 euro da parte del Lions Club Legnano Host al nostro Fondo Povertà, alla quale Fondazione Ticino Olona aggiunge 5.000 euro di contributo, è stata attivata una nuova azione che ha come obiettivo l’assegnazione di 100 dispositivi wi-fi portatili a famiglie bisognose della zona del legnanese, così configurati:

  1. Mobile Router 4G (ALCATEL MW40V o equivalente)
  2. SIM M2M con bundle dati di 2 Terabyte da utilizzare entro 18 mesi (540 giorni) dalla data di registrazione.

L’iniziativa “connettiAMOci” mira a contrastare la povertà educativa e la fragilità familiare, uno degli ambiti di vulnerabilità evidenziati con la mappatura dei bisogni effettuata dal Comitato di Gestione del Fondo al fine di definire le linee guida di interventi sul territorio. Gli altri due ambiti di vulnerabilità sono, come si ricorderà, l’instabilità del lavoro con la contrazione del mercato e la povertà materiale.

La scelta di intervenire a favore del bisogno di connettività nasce dalla consapevolezza delle difficoltà incontrate da molte famiglie, specie quelle numerose con figli minori, nel far fronte alle nuove necessità scaturite dal lockdown. La mancanza o l’inadeguatezza di una connessione internet ha e sta ancora creando disagi, per esempio, nell’apprendimento online dei figli soggetti alla didattica a distanza, nello smart working dei genitori e nelle altre operazioni digitali imposte oggi dal vivere quotidiano. Il disagio ovviamente diventa poi insostenibile quando a lavorare con i device ci sono più persone contemporaneamente. Il tutto a causa delle restrizioni economiche che non permettono un abbonamento wi-fi o ne permettono uno insufficiente a supportare la mole di lavoro attiva o attivabile.

Il presidente del Lions Club Legnano Host, Giovanni Bandera, sottolinea come “l’iniziativa si inquadri perfettamente nella mission dei Lions, che costituiscono l’organizzazione umanitaria di servizio e assistenza più grande al mondo e che hanno tra i loro obiettivi quello di contribuire attivamente al benessere civico, culturale, sociale e morale della comunità e fornire un supporto alle istituzioni. È peculiarità dei Lions, da sempre sensibili alle problematiche giovanili, essere attivi in progetti e programmi formativi rivolti ai giovani, con l’intento di contribuire al miglioramento della qualità dell’istruzione con specifiche attività e iniziative che ne favoriscano la formazione”.

Motivazioni condivise dal presidente della Fondazione, Salvatore Forte, che sottolinea “come la povertà educativa sia una delle difficoltà che più di altre può avere conseguenze negative di lungo periodo perché condiziona la formazione delle nuove generazioni sulle quali peserà in modo notevole la responsabilità di portare il paese fuori dalla crisi economica e sociale che sta investendo il nostro paese, e non solo, a causa della pandemia”.

Possono accedere al beneficio e presentare la relativa domanda coloro che:

  • sono residenti nei Comuni del legnanese (in elenco nel regolamento del bando);
  • hanno almeno un figlio tra i 6 e i 18 anni;
  • hanno un ISEE non superiore ai 30.000 euro.

La domanda deve essere presentata entro il 30 giugno 2021 secondo le modalità e le forme previste dallavviso pubblico scaricabile insieme alla modulistica alla pagina Bandi oppure sul sito del Lions Club legnanese www.lionslegnanohost.it

 

Comincia a scrivere e premi Invio per cercare